“Il Cane, il Lupo e Dio” – Folco Terzani

Titolo: “Il Cane, il Lupo e Dio”

Autore: Folco Terzani

Casa editrice: Longanesi

Il tema del “viaggio” può essere affrontato da diversi punti di vista, anche da quello più spirituale. Questo è il caso de “Il Cane, il Lupo e Dio”, il romanzo edito da Longanesi che è stato ideato da Folco Terzani (figlio del rinomato reporter Tiziano Terzani). In esso si legge con piacere la sua “impronta”, una ricerca personale maturata nel tempo che rende unico lo stile del libro. A rendere “Il Cane, il Lupo e Dio” ancora più magico contribuiscono le illustrazioni di Nicola Magrin, le quali diventano parte integrante del testo stesso.

Questo libro forse è un po’ sulla linea di confine rispetto alle tematiche ambientali e scientifiche solitamente affrontate. Tuttavia, personalmente, ritengo che rientri in tutto e per tutto nella letteratura di natura. In “Il Cane, il Lupo e Dio” non troverete informazioni dettagliate e descrittive sulla biologia del cane e del lupo (né tanto meno di Dio) ma riceverete in cambio degli spunti di riflessione molto interessanti sul vivere la natura (intesa sia come ambiente che come natura umana), sull’amicizia e sul senso del divino. Tuttavia, troverete comunque delle piccole chicche sulle interazioni ecologiche (un po’ romanzate per stare in linea con lo stile narrativo del libro) dei personaggi coinvolti.

Protagonista di questo viaggio è il Cane che, abbandonati – non con una certa difficoltà – i limiti della sua condizione imposta dalla società, si avvia con un branco di Lupi verso la Montagna della Luna per scoprire la sua vera Natura. Il viaggio si articola attraverso grotte, cascate, boschi, monti e tempeste che renderanno la narrazione scorrevole e per nulla scontata.

Come il protagonista de “Il Cane, il Lupo e Dio”, anche il lettore attento potrà intraprendere questo viaggio iniziatico per porsi le domande necessarie al fine di approfondire la propria natura, i propri bisogni e desideri, il proprio rapporto con la sfera dell’immateriale. Anche in questo caso le conclusioni che si traggono, non sono per nulla scontate.

Testo di Emmanuele Occhipinti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.